Welfare Italia

“Ci prendiamo cura di te e di chi ami, con un'offerta di servizi sanitari completa,
di qualità e con tariffe accessibili”

Ultime notizie

Segreti di Zucca: intervista allo Chef!

Durante il meeting di rete  del 22 gennaio 2015, lo chef Tommaso Zucca ha dato una dimostrazione su come preparare un sano pranzo di lavoro, leggero e nutriente.

Gli abbiamo fatto qualche domanda e siamo riusciti a "scucirgli" anche qualche sue ricetta!

www.fioredizucca.net

Chi sei e come mai hai deciso di fare della cucina il tuo lavoro?

Arrivo da tutt’altro campo. Sono laureato in Architettura. Ma la passione per il cibo come mezzo di comunicazione sociale ed espressione della propria personalità ha avuto il sopravvento. Ho deciso così di abbandonare l’ambito architettura e dedicarmi al 100% alla cucina (grazie anche ad una possibilità che mi è stata offerta senza aver esperienza nel campo).

 

Cosa fa un cuoco a domicilio?

Il cuoco a domicilio prima di tutto capisce le esigenze del cliente. Una cena formale piuttosto che una cena tra amici, noi siamo in grado di offrire ciò di cui il cliente ha bisogno. L’intimità domestica riscopre nuovi valori e nuovi piaceri che uscendo al ristorante vengono meno. Inoltre, portiamo a casa del cliente, ottimo cibo selezionato, massima professionalità e discrezione.

 

Qual è l’importanza del cibo e del mangiare oltre alla funzione di nutrimento?

Ritengo che il cibo sia un veicolo sociale: attraverso il momento del sedersi a tavola tutti insieme, c’è la possibilità di condividere esperienze, sensazioni e momenti della vita quotidiana che altrimenti andrebbero persi. Il cibo, oltre a saziare lo stomaco, stimola anche il nostro cervello regalandoci sensazioni di piacere ed appagamento. Quindi un piatto oltre che buono e ben cucinato, deve anche essere bello per gli occhi e ragionato da parte di chi realizza la ricetta. Ragionato perché lo chef deve anche avere il compito di utilizzare le materie prime giuste che, combinate insieme, possano andare a soddisfare a tutto tondo il nostro corpo e la nostra mente.

 

Cucini spesso vegetariano?

Io sono onnivoro, ma ascolto spesso e volentieri le necessità del mio corpo. Mi capita a volte di aver la necessità di carboidrati, a seconda di ciò che sto facendo. Oppure a volte ho la necessità di preparare un menu completamente vegetariano per depurarmi da un post-festa natalizia ad esempio, per darmi il giusto apporto energetico ma senza appesantirmi. Giocare in cucina con le verdure non è così semplice (se si vuole mantenere intatte tutte le proprietà e preservare vitamine e minerali), ma a me personalmente dà una grande soddisfazione.

 

Quanto pensi sia importante una buona educazione alimentare per la salute?

È banale dire “siamo quello che mangiamo”, ma è una grande verità. L’educazione alimentare è tutto, fa parte della società e dell’esser un buon cittadino nel mondo. Purtroppo vedo sempre più spesso bambini che a 10 anni sono già obesi. Questa condizione a quest’età porterà sicuramente a problematiche di salute non da poco conto in età adulta. Ma quando ce ne rendiamo conto, è già troppo tardi. Usiamo allora il cibo come strumento per migliorare la nostra vita e la nostra salute: mangiar bene è come stipulare un’assicurazione sulla vita...meglio mangiamo, più vivremo una vita sana e serena.

 

Descrivici il tuo menù perfetto!

Il menu perfetto non esiste. Qualsiasi piatto è perfetto se viene incontro alle nostre esigenze. Abbiamo un patrimonio infinito di piatti della tradizione, che possiamo far nostri, attualizzarli con tecniche di cottura all’avanguardia (come il sottovuoto) e un po’ di fantasia che non basta mai. Da buon milanese, adoro cucinare i risotti, uno in particolare, il risotto al porro profumato limone e salvia. La particolarità è il soffritto che faccio senza uso di grasso animale, solo un po’ di olio (rigorosamente extravergine) e brodo tiepido per “stufare” il porro e la salvia. Altra particolarità, sfumare il riso con un mix di vino bianco secco e del succo di limone...dona note aromatiche interessanti, evitando il classico sentore di alcol del vino. Provare per credere.

Trova un luogo di cura

Scopri il centro Welfare Italia più vicino a te

Richiedi un appuntamento

Da oggi puoi effettuare la prenotazione anche on-line

Iscriviti alla newsletter

Newsletter
Seguici sui Social

Welfare Italia Servizi srl Cap.Soc. I.V. 259.429,00 n. REA: MI-1897247. Via Marco Aurelio, 8 20127 Milano tel 02 76021494 mail: info@welfareitalia.eu
CF/P.IVA 06520040962